Visualizzare file raster ECW con QGIS2

  Gis Tutorial

Cos’è l’ECW?

ECW, acronimo di Enhanced Compressed Wavelet, è un formato sviluppato alla fine degli anni ’90 per un’utilizzo ottimale di immagini raster di grandi dimensioni (dell’ordine di 1 TB) su server con poca RAM.

Stuart Nixon, Simon Cope e Mark Sheridan (ex ER Mapper Ltd), inserirono la compressione JPEG2000 all’interno degli strumenti di lettura e scrittura ECW, il risultato è ancora oggi un potentissimo algoritmo per gestire raster di grandi dimensioni su hardware di largo consumo.
Il formato ECW attualmente è di proprietà della ERDAS che a sua volta è inserita all’interno del gruppo Intergraph. Se siete in possesso (o dovete utilizzare) delle mappe in formato ECW (particolarmente diffuse sono le foto satellitari o multispettrali), potete scaricare il visualizzatore ufficiale rilasciato da ERDAS da questo link: http://download.intergraph.com/downloads/erdas-er-viewer-2014 o contattare il servizio clienti.
Ma se volete lavorare con questi file su Quantum Gis dovete sistemare un pochino di cose… ma dopo una corretta configurazione (che cercheremo di spiegare in questo post) potrete leggere tranquillamente i vostri dati ECW.

Indice

  1. Metodo per Windows prima dell’installazione di Qgis2
  2. Metodo per Windows DOPO l’installazione di Qgis2
  3. Metodo per Ubuntu 12 e 13

Un esempio di dati in ECW?

Iniziamo a scaricare un bel file OpenData in formato ECW, ad esempio le ortofoto della cittadina di Vancouver dal loro portale: http://data.vancouver.ca/datacatalogue/2011facetsGridECW.htm (cliccate su una sezione cartografica o sul link per il download dell’intero dataset).

L’unico modo per poter lavorare con i raster ECW è quello di abilitare delle estensioni di GDAL, il cuore di QGIS, la libreria che gestisce i dati raster (e tante altre cose). Ma sopratutto è necessario scaricare l’SDK distribuito dalla Intergraph gratuitamente per installazioni Desktop-read only.

1. Metodo per Windows prima dell’installazione di Qgis2

Il modo migliore per sistemare la configurazione di QGIS2 è durante la fase della sua installazione, seguite questi passaggi se ancora non avete installato QGIS (difficilmente state già leggendo queste righe) o se i metodi successivi non vi portano ad alcun risultato.

  • Dal sito qgis.org, nella sezione download selezionate OSgeo Network installer (32bit, o 64bit).
  • Dopo aver scaricato l’installer lanciatelo (non badate ai warnings).
  • selezionate la tipologia di installazione “Advances Install” e “Install from Internet”.
  • Impostate la directory di installazione (C:OSGeo4W), e accendete la casella Install for All User (RECOMMENDED).
  • Impostate una directory locale dei pacchetti da scaricare (es. cartella Download).
  • Impostate il menù di windows dove inserire i programmi installati (viene suggerito OSgeo4W).
  • Configurate eventuali proxy (se siete collegati con una semplice ADSL lasciate su direct connection).
  • Selezionare il mirror da cui scaricare i pacchetti di installazione (http://download.osgeo.org).
  • A questo punto dovreste vedere una schermata simile:


questa schermata non è altro che l’elenco dei pacchetti che possono essere installati.

  • Per installare QGIS2 è necessario selezionare il pacchetto /Desktop/qgis: QGIS Desktop dovete cambiare l’impostazione da “skip” al numero di versione desiderata tramite un semplice click. Appena cliccato su “skip” apparirà il numero della versione che verrà installata (ad es. la 2.0.1-3).
  • Stesso lavoro dovrà essere fatto nella directory Libs, espandendola dovete cercare il pacchetto gdal-ecw e selezionare la sua installazione. In questo modo potete anche aggiungere altre componenti alle librerie che possono essere caricate da QGIS.
  • Lanciate l’installazione e buona visualizzazione di ECW.

2. Metodo per Windows dopo aver installato Qgis 2


Grazie al lavoro di Tamas Szekeres gisinternal.it è possibile scaricare direttamente un file di installazione del plug-in di lettura ECW per GDAL: http://www.gisinternals.com/sdk/Download.aspx?file=release-1600-gdal-1-10-mapserver-6-4gdal-110-1600-ecw.msi accedibile anche da questa pagina.
Attenzione: se la vostra versione di Gdal è differente dalla 1.10 scegliete il file compilato per la vostra versione da questa pagina dove vengono elencate tutte le compilazioni effettuate (cercate il pacchetto contenente la stringa gdal 1-9-1 se la vostra versione di GDAL è 1.9.1 ecc… se avete problemi mandateci una mail, vi risponderemo presto.
Prima di installare sappiate che il software è un’estrazione delle librerie GDAL e dell’SDK rilasciato ufficialmente da Intergraph, il tutto è stato pre-compilato da Szekeres e rilasciato “così com’è” trovate la sua nota di rilascio qui:
http://www.gisinternals.com/sdk/license.txt.
Nota per la licenza: noi stessi abbiamo testato il pacchetto in merito alle sua funzionalità, non ci esponiamo riguardo alla possibilità di poterlo utilizzare in ambito professionale o sotto licenza proprietaria. Tuttavia come per gli utenti Ubuntu (che sono costretti a farlo) è possibile compilare in proprio sia le librerie GDAL che l’SDK rilasciato da Intergraph con il medesimo risultato. Utilizzare i file di Szekeres implica accettare le licenze di utilizzo (gratuite per la sola lettura) di Intergraph.
Scaricate ed installate il pacchetto scaricato: gdal-110-1600-ecw.msi in modalità completa.
Poiché la cartella di installazione probabilmente non coinciderà con quella di QGIS è necessario copiare le librerie compilate seguendo questa procedura:
  • Copiare il file ProgrammiGDALNCSEcw.dll nella cartella dei binari di QGIS2 ProgrammiQGIS Dufurbin
  • Copiare il file ProgrammiGDALgdalpluginsgdal_ECW_JP2ECW.dll nella cartella dei binari di QGIS2 ProgrammiQGIS Dufurbingdalplugins

Riavviate il PC e buon lavoro.

3. Metodo per Ubuntu 12.4 e 13.4

Installazione dei pacchetti necessari

Abilitiamo i repository da terze parti di UBUNTUGIS,quindi da terminale digitiamo:

sudo add-apt-repository ppa:ubuntugis/ubuntugis-unstable

Diamo invio, alla richiesta digitiamo la nostra password di root, quindi alla nuova richiesta digitiamo nuovamente invio. Quindi, sempre nel terminale inseriamo il comando per l’aggiornamento dei pacchetti:

sudo apt-get update

Quindi potremo procedere sempre da terminale per installare QGIS:

sudo apt-get install qgis

e, cosa importante per procedere con l’abilitazione del supporto ECW:

sudo apt-get install libgdal-ecw

Installazione del SDK ECWJP2 (per gestire la compressione Jpeg200 su ECW)

Dobbiamo procedere a scaricare e installare l’ECW JPEG2000 SDK v5.0, prima però vi avvertiamo che l’SDK è rilasciato in formula piena e gratuita solo per la lettura di dati ECW su installazioni Desktop, se volete abilitarlo su una macchina server o in scrittura (per creare ECW) dovete acquistare la licenza dalla Intergraph.

Quindi scarichiamo il file compresso contenente l’eseguibile per l’installazione dell’SDK all’indirizzo ufficiale:

http://download.intergraph.com/downloads/erdas-ecw-jp2-sdk-v5.0-(linux)

Una volta scaricato, andiamo nella posizione di scaricamento e selezionando con il tasto destro del mouse il file .zip scompattiamolo, ottenendo il file ERDAS_ECWJP2_SDK-5.0.bin.

Raggiungiamo dal nostro terminale la directory dove si trova il file estratto e cambiamo i permessi per poterlo eseguire con il comando chmod:

chmod +x ERDAS_ECWJP2_SDK-5.0.bin

Lanciamo il programma con il comando:

./ERDAS_ECWJP2_SDK-5.0.bin

quindi ci comparirà la seguente schermata:

Dove viene chiesto il tipo di licenza da scegliere, inseriamo il tipo Desktop Read-Only (l’unico gratuito) digitando 1 sulla tastiera e premendo Invio.

Ci verrà data lettura della licenza e delle raccomandazioni, procediamo premendo SPAZIO per proseguire la lettura ed alla fine ci viene chiesto se accettiamo tale tipologia di licenza, se accettiamo scriviamo “yes” nel terminale seguito da INVIO.

Il software lavorerà compilando i file in una nuova sottocartella ecwjp2_sdk:

non chiudendo il terminale, diamo i seguenti comandi (tutti i comandi devono essere preceduti da sudo, quindi all’occorrenza forniamo la password di root):

  • copiamo la directory SDK in /usr/local: sudo cp -r ecwjp2_sdk /usr/local/
  • copiamo symlink libNCSEcw.so in /usr/local/lib/sudo ln -s /usr/local/ecwjp2_sdk/lib/x64/release/libNCSEcw.so /usr/local/lib/libNCSEcw.so
  • aggiorniamo ldconfig:sudo ldconfig
  • avviamo il gdal-ecw-build script:
    sudo gdal-ecw-build /usr/local/ecwjp2_sdk
Alla fine della compilazione per verificare se tutto è andato a buon fine inseriamo il comando:
gdalinfo –formats | grep -i ecwche
ci darà come risposta
ECW (rw+): ERDAS Compressed Wavelets (SDK 5.0)
JP2ECW (rw+v): ERDAS JPEG2000 (SDK 5.0)
Questo risultato ci darà conferma che tutto è andato a buon fine, quindi potremo aprire con QGIS il formato raster ECW.
Buon lavoro a tutti!

Print Friendly, PDF & Email