Si è tenuto lunedì 19 Gennaio 2015 presso l’Istituto Testasecca a Caltanissetta un seminario organizzato dall’Ordine Ingegneri di Caltanissetta dal titolo: Open data e Territorio, esperienze siciliane a confronto. Oltre 100 i partecipanti, in gran parte tecnici ma anche professionisti e cittadini interessati all’argomento del seminario. Dopo una breve introduzione ai lavori con i saluti ..

Read more

Workshop gratuito in occasione della Seconda Conferenza OpenGeoData Italia “Istruzioni per il RI-uso”, Roma – Centro Congressi Frentani, via dei Frentani 4, 27 febbraio 2014 ore 14:30. Abstract Definiamo WebGIS l’estensione web degli applicativi nati e sviluppati per gestire la cartografia numerica. La principale finalità del WebGIS è proprio la comunicazione e la condivisione con ..

Read more

È stato pubblicato nella sezione “Bandi di gara e contratti – Anno 2014” del sito, l’avviso pubblico per la selezione di cinque esperti per incarichi di collaborazione ed assistenza nell’ambito del progetto “STREETS”. Termine per la presentazione delle istanze: entro le ore 12.00 del quindicesimo giorno continuativo dalla pubblicazione dell’estratto dell’avviso pubblico nella Gazzetta Ufficiale ..

Read more

INSPIRE prevede che ogni Stato Membro fornisca almeno un endpoint nazionale per il discovery di metadati. Ad oggi, la maggior parte degli Stati Membri (23 su 28) ha soddisfatto questo requisito registrando il proprio riferimento nazionale nel geoportale INSPIRE: http://inspire-geoportal.ec.europa.eu/INSPIRERegistry/. In particolare, come si può vedere, alcuni paesi hanno registrato più di un endpoint, come ..

Read more

Cos’è l’ECW? ECW, acronimo di Enhanced Compressed Wavelet, è un formato sviluppato alla fine degli anni ’90 per un’utilizzo ottimale di immagini raster di grandi dimensioni (dell’ordine di 1 TB) su server con poca RAM. Stuart Nixon, Simon Cope e Mark Sheridan (ex ER Mapper Ltd), inserirono la compressione JPEG2000 all’interno degli strumenti di lettura ..

Read more

Chi lavora nel campo GIS trova spesso shapefile di grandi dimensioni o estensioni, che per comodità di condivisione (o distribuzione) vengono “assemblati” in unici database. tanto per fare qualche esempio: toponimi della regione di Navarra (Spagna) (http://www.gobiernoabierto.navarra.es/es/open-data/datos/nombres-lugar-toponimos). Uno shapefile di grandi dimensioni (175mila elementi) e comprendente un’intera regione. Ovviamente sarebbe utile, per comodità di lavoro ..

Read more

Gli shapefile sono un formato proprietario (ESRI) utilizzato in ambito gis per la memorizzazione di dati vettoriali. Alcune proprietà fondamentali degli shapefile sono: Struttura disaggregata nel filesystem: diversi file contenenti l’informazione aventi estensioni diverse, .shp contiene le geometrie (le coordinate dei vertici), il file .dbf contiene la tabella attributi (un comunissimo file Access) ecc.. Tutti ..

Read more

Non è mai una buona cosa possedere un’informazione territoriale o una cartografia senza una buona georeferenziazione. Anzi, è proprio quest’ultima a definire “territoriale” un’informazione. Altre volte essa è georeferenziata ma in sistemi di riferimento letteralmente “indecifrabili” si pensi a carte catastali o a vecchie cartografie. Il videotutorial spiega come utilizzare i metodi di georeferenziazione tramite ..

Read more

Questo post é apparso originariamente su geomedia. Lo ripostiamo in quanto ne rireniamo utile la condivisione. Incarichi professionali ad Architetti esperti GIS. Sistematizzazione dei dati che costituiscono il regolamento urbanistico (eterogenei per provenienza, tipologia e modalità di lavorazione), all’interno di un personal geodatabase strutturato per l’elaborazione del ru; per sistematizzazione dei dati si intende: l’omogeneizzazione ..

Read more